Bassa l’attività dei virus influenzali in Puglia. Il picco è atteso per la fine del mese. In provincia di Lecce «solo» 1.600 i soggetti a letto con l’influenza.

A che punto è nel Salento l’influenza virale che ogni anno mette a letto migliaia di persone con febbre, nausea e dolori articolari?

 Salute Salento ha sentito i responsabili del Laboratorio di Riferimento Regionale per la Sorveglianza Virologica dell'Influenza che hanno riferito sulla situazione.

Per la Puglia, nella quarta settimana dall’inizio dell’anno (dal 1° al 7 febbraio 2016) è riportata un'incidenza di 1,98 casi ogni 1.000 abitanti. Vuol dire che questa settimana appena trascorsa circa 8.000 pugliesi sono a letto con l'influenza di cui 1.600 circa in provincia di Lecce.

Il laboratorio diretto dalla dottoressa Maria Chironna (foto) ha rilevato che i dati, aggiornati alla quarta settimana del 2016, riportano in Italia un'incidenza di sindrome influenzale di 4,74 casi ogni 1.000 abitanti. Si stima quindi che questa settimana circa 300.000 italiani siano a letto con l'influenza.

«Complessivamente – emerge dalla sorveglianza del laboratorio dell’Osservatorio epidemiologico regionale - l'attività dei virus influenzali in Puglia resta piuttosto bassa e stimiamo che il picco sarà spostato in avanti. E’ atteso per fine febbraio.
Resta anche bassa la percentuale di tamponi positivi per virus influenzali (meno del 10%) rispetto al totale dei tamponi testati nel nostro Laboratorio».