COLESTEROLO, COSA E' VERO E COSA E' FALSO

Nel loro  "Prontuario medico" per la salute della famiglia, i docenti universitari alla facoltà di Medicina di Bologna, Claudio Borghi e Dino Vaira, smentiscono le più diffuse "bufale" sul colesterolo.

 -   il colesterolo cattivo è meno dannoso se rapportato al colesterolo buono :      FALSO

il colesterolo cosiddetto cattivo (LDL) è dannoso come tale e il rischio cardiovascolare è proporzionale al suo valore, indipendentemente dalla presenza di colesterolo cosiddetto buono (HDL)

-   Una dieta a basso tenore di colesterolo NON deve comprendere le uova:   FALSO

le uova contengono una elevata quantità di colesterolo per unità di peso, solitamente 100 g. ma la quantità di sostanza ad elevato contenuto, il tuorlo, si consuma in quantità ridotte e quindi contribuisce poco all'apporto di colesterolo.

-   La misura del colesterolo nel sangue NON richiede un digiuno di almeno 12 ore:  VERO

Non ci sono motivi per rispettare un digiuno, in quanto la quota alimentare della colesterolemia circolante non eccede il 10% 

-    Esiste un colesterolo buono e uno cattivo :   FALSO

il colesterolo è uno solo.   Ciò che è favorevole (buono) o dannoso (cattivo) è la modalità di trasporto da parte delle lipoproteine circolanti, che possono favorirne l'accumulo (LDL/cattive) o lo smaltimento (HDL/buone).

-   una dieta a basso contenuto di c. può essere interrotta quando si prendono le statine: FALSO

le statine svolgono il loro ruolo in associazione alla dieta che non deve essere un'alternativa ai farmaci bensì un fattore in grado di amplificare l'efficacia dei farmaci stessi.

-  abbassare il colesterolo favorisce le emorragie :  FALSO

Non esiste alcuna correlazione fra i livelli di colesterolo e il sistema coagulativo, ma spesso un basso livello di colesterolo  è indice di ridotta funzionalità epatica che porta anche un rischio emorragico.

-   il colesterolo non è mai elevato nelle donne prima della menopausa :  FALSO

in presenza di forme genetiche l'incremento del c. avviene a qualsiasi età e indipendentemente dall'età fertile. Semplicemente, prima della menopausa sono meno comuni le ipercolesterolemie lievi per l'effetto preventivo degli ormoni estrogeni

-   il colesterolo  NON è sempre nella norma nei bambini: VERO

ci sono bambini con ipercolesterolemie genetiche che debbono essere valutate sulla base del valore assoluto (ipercolesterolemie familiari) e del valore medio nella popolazione infantile.

-   Il colesterolo elevato è tipico degli organismi ben funzionanti :  FALSO

il colesterolo elevato è indice di predisposizione genetica. Solo nei grandi anziani gli elevati livelli di colesterolo  sono indice di un buon funzionamento dell'organismo.

-   Abbassare il colesterolo fa male e aumenta la mortalità:      FALSO

Numerosi studi dimostrano il contrario, evidenziando la riduzione della mortalità legata non solamente alle malattie cardiovascolari ma a tutte le cause.

-  abbassare il colesterolo può promuovere la demenza:     FALSO

Gli studi più recenti NON hanno dimostrato alcuna perdita cognitiva anche per livelli di colesterolo LDL inferiori a 30 mg/dl