Nella Casa del Mutilato gli uffici per la “Tutela della Salute Pubblica”. Uno degli “impegni” del programma della giunta Salvemini.

Ha riguardato anche l’aspetto sanitario la conferenza di fine anno di questa mattina del sindaco di Lecce Carlo Salvemini e della sua Giunta. Soprattutto quello della tutela della salute.

Anche perché – ha precisato il primo cittadino – essendo il sindaco la massima autorità sanitaria del territorio, sulle sue spalle  ricade la maggiore responsabilità di eventuali disservizi.

Salvemini e i suoi assessori hanno risposto al fuoco di fila delle domande a 360 gradi dei giornalisti che hanno gremito il front office di Palazzo Carafa.

Tornando all’aspetto sanitario, alla domanda posta da Salute Salento  su come intende muoversi l’amministrazione comunale per tutelare adeguatamente la salute dei leccesi e del territorio, Salvemini ha fatto sapere che è in corso un protocollo di intesa con la Asl per istituire, presso l’attuale “Casa del Mutilato”, i servizi socio-sanitari idonei allo scopo.

Il sindaco in un rapido passaggio ha spiegato che la monumentale costruzione di piazza Italia verrebbe ristrutturata e recuperata, tenendo conto dei pregi architettonici, e inserita nel progetto di riqualificazione del quartiere Leuca.

Salvemini infine ha ricordato che il sindaco di Lecce è anche il coordinatore della “Conferenza dei sindaci”. «Un organismo – ha detto - che ho intenzione di far funzionare».