I «balordi» dell’Attak nella serratura della chiesa di San Sabino hanno colpito anche a Castromediano.

E’ accaduto alla chiesetta intitolata a “Gesù Maestro” nella zona sud della frazione di Cavallino, il giorno della vigilia di Natale.

 Ad accorgersi per primi dell’impossibilità di entrare in chiesa, nell’imminenza della funzione liturgica, sono stati i più stretti collaboratori di don Sebastiano Latino, il sacerdote responsabile della piccola Vicaria in “zona Casto”, che dipende dalla Parrocchia “Mater Ecclesiae” di Castromediano.  A rimuovere la colla hanno provveduto gli stessi collaboratori.  

Pare che anche in occasione di questa «bravata», ad agire sia stato lo stesso gruppetto di perditempo “in servizio permanente” che nel giorno di Natale ha infilato nelle serrature della Chiesa di San Sabino la durissima colla Attak. Una specie di «esercitazione», prima del colpo gobbo.

Non è la prima volta che la chiesa di “Gesù Maestro” viene presa di mira dai vandali. Sei mesi fa i soliti ignoti hanno sfondato un portone di ingresso, tanto che il sacerdote ha fatto installare una cancellata di metallo.