Assegnati 6 medici ai Pronto soccorso degli ospedali di Lecce, Gallipoli e Casarano. La carenza rischiava di non garantire i livelli minimi di assistenza.

Sono tutte donne i 6 nuovi dirigenti medici che hanno ottenuto l’incarico annuale, conferito dal direttore generale Silvana Melli, perché risultate ai primi posti di un’apposita graduatoria.

 Con la delibera del 6 luglio scorso Melli ha assegnato 2 dirigenti medici a ciascuno dei 3 Pronto soccorso degli ospedali di Lecce, di Gallipoli e di Casarano.

Da qualche mese era stata segnalata la carenza di medici nelle tre unità di Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza. I vertici della Asl avevano preso nota, avevano convocato i direttori dei tre ospedali e il 6 giugno scorso era stato completato il quadro delle “criticità” organizzative.

Dopo aver interpellato le altre Asl e gli Enti sanitari della regione (come vuole la norma) sull’utilizzo di eventuali graduatorie esistenti, è stato possibile procedere alla comparazione dei curricula degli 11 medici che hanno dato la loro disponibilità a svolgere incarichi presso i Pronto soccorso della Asl di Lecce.

La graduatoria dei candidati è stata compilata dal direttore sanitario, Antonio Sanguedolce e quindi trasmessa alla Direzione generale che ha deliberato i conferimenti dei primi 6 classificati.

Resta ferma la regola che in qualsiasi momento la Asl può revocare l’incarico anche anticipatamente.