I Laboratori analisi dell’area nord della Asl sono bloccati. Sono assicurate solo le urgenze dei ricoverati e le emergenze del Pronto soccorso.

Da diversi giorni il sistema informativo che gestisce le migliaia di analisi cliniche dei pazienti funzionava a singhiozzo.

Oggi la comunicazione ufficiale: i laboratori analisi dell’area nord della Asl, vale a dire del “Fazzi”, del Poliambulatorio di piazza Bottazzi a Lecce, di Galatina, di Copertino e di Nardò sono momentaneamente fuori servizio.

Motivo? Probabilmente il nuovo sistema operativo, installato a metà maggio, dotato di un server che gestirà anche il fascicolo sanitario elettronico, non sta funzionando. E necessita di una messa a punto.

I laboratori dell’area sud invece, situati a Scorrano, Casarano e Gallipoli, gestiti da un diverso sistema operativo, sono efficienti e funzionano regolarmente.

Il blocco dei laboratori, come era prevedibile, ha creato un po’ di confusione e di disagio.

Questa mattina al “Vito Fazzi” il responsabile di Anatomia Patologia, il dott. Giovanni Battista Lobreglio (in foto), ha fatto affiggere un avviso (nel riquadro) con il quale l’utenza, in caso di urgenza viene indirizzata verso i laboratori pubblici dell’area sud della Asl (a Scorrano, Casarano e Gallipoli) .

Oggi al laboratorio del “Fazzi” si evadono solo le urgenze dei ricoverati interni e del pronto soccorso, i cui  dati vengono inseriti manualmente e il referto viene validato dai medici.